Nel contesto delle giornate ticinesi a EXPO 2015 il Forum per l’italiano in Svizzera organizza sabato 6 e domenica 7 giugno diverse manifestazioni volte a valorizzare la presenza della lingua e cultura italiana nel nostro Paese.

I visitatori potranno così consultare nel Padiglione svizzero il Totem interattivo sull’italiano nella Confederazione e visitare la mostra fotografica con oltre 150 ritratti di scrittori e scrittrici di lingua italiana di Giovanni Giovannetti .

Con il titolo “Lingue per la vita “ due tavole rotonde metteranno in risalto l’argomento delle sfide linguistiche della globalizzazione e dei media. Saranno poi presentati in anteprima i risultati del lavoro condotto da un gruppo di Coscienza svizzera alla “(Ri)scoperta dell’italianità in Svizzera”, nelle regioni romande e tedescofone.

Nella giornata di domenica poi si discuterà di “Parla come mangi”. Tre scrittori e una scrittrice – tutti di lingua italiana, ma di varia provenienza e collocazione identitaria – saranno invitati a presentare la loro attività artistica alla luce del complesso rapporto fra lingua, identità e territorio. Con Loredana Lipperini dialogheranno Alberto Nessi e Vincenzo Todisco, dalla Svizzera, ed Eraldo Affinati e Igiaba Scego, dall’Italia.

Concluderà le giornate del Forum a EXPO il concerto gratuito di Pippo Pollina & Palermo Acoustic Quintet “L’appartenenza “. Pippo Pollina – che risiede in Svizzera ed è uno fra i più celebri rappresentanti del cantautorato impegnato italiano all’estero – ha infatti posto al centro della sua ultima fatica il tema della condizione identitaria di chi è, realmente o metaforicamente, in esilio. Per questo concerto, tappa straordinaria di un lungo tour internazionale fra Europa e Stati Uniti, Pollina sarà affiancato dal Palermo Acoustic Quintet.

Documenti
» Programma dettagliato
» Scrittori e scrittrici di lingua italiana nelle fotografie di Giovanni Giovanetti
» Nutrire il pianeta – Lingue per la vita (Due tavole rotonde)
» Coscienza Svizzera – Nutrire il pianeta, Nuove Frontiere per la Vita: San Gottardo, ferrovia d’Europa
» Tavola rotonda – Parla come mangi. Nuove geografie identitarie e culturali per la letteratura (in lingua) italiana