Il Forum per l’italiano in Svizzera ha preso posizione con uno  scritto  in merito alla  riforma in atto della formazione commerciale delle apprendiste e degli apprendisti che scelgono questo indirizzo formativo. In base alle informazioni in  possesso del Forum  la riforma prevede un sostanziale cambiamento nelle disposizioni che regolano l’insegnamento delle lingue. In pratica come seconda lingua d’insegnamento si prospetta di dare spazio ad una “prima lingua straniera”. Così facendo sarebbero penalizzate nelle diverse regioni linguistiche le lingue nazionali (tedesco, francese, italiano) a solo vantaggio dell’inglese. Questa impostazione va in senso diametralmente opposto agli sforzi intrapresi dalla Confederazione e dai Cantoni, come pure da numerosi enti e associazioni, per promuovere le  lingue nazionali.

Ne consegue l’invito del Forum affinché nelle nuove disposizioni  sia indicato con vigore il principio secondo cui “… la seconda lingua insegnata deve essere una lingua nazionale…”.

Destinatari della presa di posizione del Forum sono stati  i Consiglieri federali Berset e Parmelin; la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI; l’Ufficio federale della cultura; la CDPE, le autorità cantonali e la Conferenza svizzera dei rami di formazione e degli esami commerciali.

Qui di seguito lo scritto inviato.

Loader Loading…
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica [53.42 KB]